Tag

,

20141019-144023.jpg

In un vecchio libro di cucina , ho appena trovato una ricetta proveniente dai nostri anni argentini , scritta a mano dalla mamma….

Poi , recentemente , e’stato pubblicato in italiano il poema epico Martin Fierro e me lo sono comprato ; anche se poi non mi e’ piaciuta la traduzione , me lo sono letto d’un fiato…

Qualche giorno fa sono stata invitata da amici Bonaerensi che mi hanno preparato le ” milanesas a la Porteña” , ossia le cotolette alla milanese , come si fanno a Buenos Aires….

Sarà che gli anni della giovinezza hanno un impatto speciale su tutto il resto della vita , sara’ che i ricordi di allora vengono un po’ mitizzati , ma veramente basta un niente per volerli rivivere…

Bon ,per esorcizzare la nostalgia , stasera mi faccio le ” milanesas”, okay?

La foto in alto rappresenta la vista del Rio de la Plata , presa dalla finestra del nostro soggiorno di allora

Cotolette alla “Porteña”

X 2 persone

2 fette di carne di manzo ( specificarne l’uso al macellaio)
2 uova
Farina bianca qb
Pangrattato qb
Aglio tritato
Prezzemolo tritato grossolanamente
Rosmarino tritato
Peperoncino frantumato
Sale
olio

Sbattere le uova con l’aglio,il prezzemolo ,il rosmarino ,il sale e il peperoncino.
Immergervi la carne e lasciarla qualche ora a marinare.

Togliere e scolare dall’uovo la carne ,quindi passare ogni fetta nella farina.
Scuotere via il superfluo della farina , e rimettere nella marinata per qualche minuto.
Ritogliere le cotolette dall’uovo e impanarle bene , da ambo le parti , nel pangrattato.

In un tegame ampio , far scaldare l’olio e friggere a fuoco moderato le cotolette , voltarle , e lasciarle imbiondire prima di servire….

20141019-144600.jpg

20141019-144634.jpg

20141019-144710.jpg

Patatine al forno, no?

20141019-144908.jpg

N.B.</

Se servite a cena , si consiglia di accompagnarle con 2 pastiglie di Citrosodina masticabile, prima di andare a dormire……..

………………….

Annunci