Villa Panza di Biumo : Il giardino

Tag

, , ,

20140826-163045.jpg

20140826-162915.jpg

The Slope : Bob Verschueren

La bella villa , costruita intorno al 1750 , e’ stata donata al Fai dall’ultimo proprietario nel 1996 ed e’ situata sul colle di Biumo Superiore , una frazione di Varese.

Aperta al pubblico dal 2001 ,il suo giardino all’italiana espone permanentemente opere d’arte connesse alla natura.

Sono opere che saranno via,via , assorbite dalla vegetazione circostante , diventando parte integrante del giardino stesso , in varie fasi e attraverso processi imprevedibili …..( come per sottolineare lo scorrere del tempo…)

Un’altra attrazione del parco , oggi , e’ quanto rimane della quercia secolare che si sta tentando di salvare con interventi mirati a scongiurarne la fine.
Vedere la sua drammatica silhouette che si staglia spoglia sullo sfondo , e’ , specialmente per chi se la ricorda negli anni del suo pieno rigoglio , un vero e proprio dolore.

Le fontane , i prati a cui tutti hanno libero accesso , le parti fiorite e la vista sulla città , costituiscono la bellezza di questo splendido giardino e , abitualmente , molti degli abitanti dei dintorni vengono a leggere il giornale sulle sue panchine…..

20140826-163824.jpg

20140826-163951.jpg

The Embrace : Stuart Ian Frost

20140826-164338.jpg

20140826-164506.jpg

A Tribute to the Carpinata Gallery ; Branches : Stuart Ian Frost

20140826-165057.jpg

20140826-165742.jpg

Fagus : Stuart Ian Frost

20140826-170115.jpg

20140826-170345.jpg

20140826-170435.jpg

20140826-170643.jpg

20140826-170728.jpg

20140826-170816.jpg

“Ma come ti vesti?”

Tag

, , , ,

20140822-102729.jpg

Rene’ , incerto su come vestirsi , visto il tempo cosi’ e cosi’….

( …un calzettone solo , basterà ?)

Intanto io cucino , cosi’si scalda un po’ anche la casa………………………………………………………

involtini ultra facili e veloci…..

300gr di lonza di maiale , tagliata a fette sottili
100gr di pancetta , tagliata a macchina
1 mela
Erbe aromatiche in polvere
Un bicchiere di birra chiara
Poco sale e pepe
Foglie di alloro

Toglier buccia e torsolo alla mela e tagliarla a picco
li spicchi

Stendere una fettina di pancetta su ognuna delle fette di lonza.

Mettere un pezzetto di mela sopra la pancetta e formare degli involtini .

In un tegame antiaderente farli rosolare in un po’ d’olio evo e erbe aromatiche , salare e pepare , quindi coprire di birra.

Lasciar cuocere una ventina di minuti , sempre coperto , voltando ogni tanto la carne ed eventualmente aggiungendo altro liquido , poi terminare la cottura senza coperchio e lasciare colorire bene .

Servire con spinaci saltati.
(…ma sono buoni anche freddi)

strong>

20140820-154133.jpg

Il pranzo di Babette…….di Michela

Tag

, , , , ,

20140817-122241.jpg

20140817-122210.jpg

Non sono riuscita a fotografare proprio tutto , certo e’ stato un gran bel pranzo. (L’ospitalita’, in casa di Michela e’ proverbiale , e stavolta ha superato ogni limite….)

Stavamo bene , eravamo sereni e in pace , e le varie età dei commensali conferivano eterogeneità alla conversazione.

La padrona di casa fingeva di non essere stanca (!) , gli uccellini di casa cantavano , ed e’ perfino uscito un occhio di sole…..

Nel bel mezzo del pranzo a me si e’ spezzato un dente davanti……….ma , come si suol dire , non si può avere tutto , ovvero , la perfezione non esiste….
………………………………………………………………………

Grazie , grazie , Michela!

20140817-122354.jpg

20140817-122433.jpg

20140817-122514.jpg

20140817-122550.jpg

…e gli uccellini

20140817-122855.jpg

Ferragosto 2014 Nuvole e pozzanghere

Tag

, , , , , , , ,

20140814-173234.jpg

(Foto di Rene’)

Ho contato le volte in cui ho parlato del tempo nei miei post e sono moltIssime , ma , d’altra parte ,condiziona talmente i nostri programmi….

Il Ferragosto , per esempio ,gli anni scorsi lo passavamo con i nostri amici Nando e Michela e nel loro giardino era ormai tradizione il barbecue sotto i pini….

….E io portavo la mia famosa salsa argentina , il Chimichurri**, per insaporire le costine e le salamelle , i peperoni e le melanzane , cotti alla brace.

Una bella insalata paesana , il pane abbrustolito e tanta birra o vino ghiacciato accompagnavano il tutto e si stava insieme fino a sera , dopo esserci rimpinzati anche di gelato e bibite….

Previsioni per QUESTO Ferragosto :

…viste le pessime condizioni atmosferiche che impongono di stare al coperto , Michela ha deciso di fare un pranzo a casa sua dove e’ gia programmata l’accensione del camino (!)

il menù , a sorpresa , non deluderà certamente e , felicissimi di questo invito al caldo , noi contribuiremo con vino e dolci…..

Chissà quante pozzanghere e quante nuvole , ma noi staremo bene tutti insieme….., aspettando l’estate….

Chimichurri **

E’ una salsa tipica Rioplatense ( Argentina e Uruguay) , largamente usata per accompagnare il famoso “asado” , ma anche insalate , frittate , empanadas , ecc.ecc.

I mazzetto di prezzemolo e uno di basilico

3 spicchi di aglio

2 foglie di alloro

1 cucchiaino di origano

1/2 peperone rosso

I peperoncino verde piccante

1 cucchiaino di paprica

1/2 bicchiere di olio evo

1 bicchiere di aceto bianco

1 bicchiere d’acqua

Sale e pepe q.b.

Tritare finemente gli ingredienti ( niente pimer o frullatori) e unirli ai liquidi , più paprica , sale e pepe.

Mettere in barattolo e agitare bene. Lasciar riposare prima di servire.

Si può tenere in frigorifero e anche in freezer per una piu’ lunga conservazione

e’ piccante!!!

(Foto di Anna)

20140814-172223.jpg

20140814-172308.jpg

20140814-172352.jpg

20140814-172433.jpg

20140814-172516.jpg

20140814-172609.jpg

I 90 anni di zia Francesca

Tag

, ,

20140802-092636.jpg

Un po’ in ritardo , perché aspettavo di avere le fotografie da pubblicare ,tanti auguri, zia Francesca!
………………………………………………………………………………………………………………………………………

Sono la maggiore fra i nipoti , quindi quella che la conosce da più tempo , e , lei forse lo sa, le voglio molto bene.
La lunga vita di lavoro ,non le ha impedito di coltivare hobby come maglia e ricamo e , qui a San Fermo , sono circondata da cose “sue”.

Una fra le più belle e’ la tovaglia , che non mi stanco di guardare….
(Ho notato che piace non solo alle donne , ma anche ai “signori” ….)

20140802-121949.jpg

20140802-122039.jpg

20140802-122109.jpg

20140802-122138.jpg

Poi ci sono i pizzi dello scaffale e tante altre cose che forse non ha fatto con le sue mani , ma che provengono da casa sua….

20140802-122557.jpg

Come questo cuscino , per esempio ,….. che piace molto ai bambini.

20140802-122858.jpg

In una rara bella giornata di questa estate , abbiamo voluto festeggiarla con un pranzo all’aperto, che ci visto tutti riuniti.

Ancora auguri , carissima !

Luglio e maltempo , passatempi e risotto

Tag

, , , , , ,

20140729-180148.jpg

Parola , non ricordavo tanta pioggia come in questo luglio.
E fa anche fresco , fin troppo.

Concluse le ultime mille incombenze cittadine ,sono partita festante per San Fermo , che considero il mio premio annuale dopo tanti mesi di traffico e di smog , ma mi ritrovo con lampi, tuoni ,rovesci e grandine.

Per ora , niente gite , vicine o lontane , niente bucati stesi al sole ( la mia passione) , niente gelato all’aperto la sera….
Sono le cose che , di solito, oltre alla quiete , San Fermo ci garantisce d’estate.

Forse per scaramanzia , qualcuno dice che quest’anno stiamo già passando direttamente all’autunno e , in effetti , col ferragosto , normalmente la stagione qui si spezza e porta temporali e piogge……

Poi , si sa la fatica per tenere buoni i bambini in giornate come questa :

…..bene, io ho Rene’, che sembra un leone in gabbia e non si quieta….
Ha fatto scorta di libri e di parole incrociate , ha il suo computer e la televisione , ma la sua faccia mi dice che si annoia  da morire

Non può nemmeno andare all’Esselunga perche’ gli scrosci si susseguono…….

Finiti i passatempi , adesso gli faccio fare il budino , cosi mi sta occupato un po’ ………………………………………………………..

20140729-175030.jpg

20140729-175104.jpg

20140729-175143.jpg

20140729-175225.jpg

20140729-175302.jpg

20140729-175343.jpg

20140729-175414.jpg

In una serata come questa , ci vuole un risotto ai funghi porcini freschi

100 gr a testa , di riso Carnaroli
1 bicchiere di vino bianco secco
Brodo bollente (di carne o vegetale)
1/2 cipolla
2 porcini affettati e trifolati in olio/aglio/prezzemolo
Formaggio grattugiato q.b.

Io faccio prima trifolare i funghi in olio , aglio e prezzemolo e li unisco al risotto quando e’ quasi pronto ,perché non perdano la “croccantezza”

Per il risotto , tagliare sottile mezza cipolla e farla appassire nell’olio.
Aggiungere il riso , mescolare bene e unire il vino bianco.
Fare assorbire il vino , sempre mescolando , poi a poco a poco , unire anche il brodo e continuare a mescolare…..

Quando il riso e’ancora molto al dente , aggiungere i funghi trifolati e completare la cottura senza lasciare che si asciughi completamente.

Servire “all’onda” con abbondante formaggio grattugiato.

20140729-201820.jpg

20140729-201847.jpg

Campane

Tag

, , ,

20140725-171018.jpg

20140725-170949.jpg

Qui a San Fermo , le campane e’ come se le avessi in camera da letto , perché la mia stanza , per come e’ esposta , fa da cassa armonica alla loro esuberanza….

E i rintocchi sono davvero tanti , dato che il campanile , oltre ad annunciare le messe e le funzioni , ci avvisa dello scorrere del tempo , a tutte le ore e a tutte le mezz’ore.

Di giorno , e’ anche bello…

Ci si ricorda delle lunghe vacanze di quando eravamo piccoli , delle giornate scandite proprio dal suono delle campane , dell’aria di festa che ci trasmettevano….

E di notte , chi le sentiva?
A quell’epoca il sonno era a prova di bomba.

Da adulta , invece , da quando per ragioni logistiche avevo dovuto adottare proprio quella tale stanza come camera da letto , erano cominciati i miei guai acustici.
Avevo provato a sondare i residenti sull’idea di indurre il parroco a ridimensionare gli scampanii notturni , ma mi ero sentita rispondere : ” ma noi non dormiamo se NON suonano!”

Ero rassegnata , quindi , e per anni avevo spento la luce dopo i quattordici colpi di mezzanotte e trenta ( dodici , più due per la mezza) , riuscendo a dormire solo fino a quando le ore rimanevano piccole……
Poi i rintocchi , diventando piu’ numerosi , mi svegliavano e mi aspettavano al varco ogni mezz’ora…….

………………………………………………………………..
Ma perché non ho scoperto prima i tappi per le orecchie ?
……………………………………………………………………………………………..

…..Da quando li uso , la mia vita a San Fermo e’ cambiata .

Adesso , amo le campane!
Mi scandiscono le giornate e mi fanno capire che sono in vacanza.
Quando , poi , un campanile lontano risponde come un ‘eco a quello di San Fermo…..e’ gioia pura.

frittata di rucola selvatica

Mi hanno regalato un bel mazzo di rucola selvatica , troppo coriacea da mangiare cruda, cosi ho preparato una frittata

1/2 kg di rucola
1 uovo a testa
Pecorino grattugiato
Aglio in polvere
Sale , pepe , aceto balsamico
latte q.b.
Olio evo (per friggere)

Mondare la rucola dalle parti legnose e lessarla in acqua salata . Scolarla ,asciugarla , e tritarla grossolanamente
Sbattere le uova in una terrina , con l’aglio , il pecorino , un po’ di latte , sale e pepe e unirvi la rucola. Amalgamare il tutto , friggere in olio ben caldo e , senza voltare la frittata , piegarla su se stessa.

Servire calda. , eventualmente con una spruzzata di aceto balsamico.

20140722-152745.jpg

20140722-152859.jpg

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 104 follower